"; Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Non contrasta esso con il nostro senso di autonomia e di libertà, cioè con il nostro sentimento di essere un tutto e non una parte? PREGHIERA / SETTIMANA SANTA. Gesù ci sta dicendo qualcosa di meraviglioso che a noi potrebbe sfuggire ma che era ben comprensibile agli Ebrei. s=s+""; Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quello che volete e … s=s+""; Chiudi La centralità attribuita alla valorizzazi Il tralcio buono che porterà frutti d'amore vivendo in me Gesù è identificato alla vite. s=s+""; Oggi ci fermeremo sul cap.15 di Giovanni. Come il tralcio non può portare frutto da se stesso se non rimane nella vite, così neanche voi se non rimanete in me. "selected=\"selected\" ":"")+"value=\"Nuova Diodati\">Nuova Diodati"; 3. Dove riposa questo rapporto, applicato a noi uomini? E la stessa verità che san Paolo inculca con l'immagine del corpo e delle membra: Cristo è il Capo di un corpo che è la Chiesa, di cui ciascun cristiano è un membro. "selected=\"selected\" ":"")+"value=\"Commentario\">Commentario di Gen-Lev, Ec-Cant, NT"; s=s+"

"; Mons. Come il tralcio non può far frutto da se stesso se non rimane nella vite, così anche voi se non rimanete in me. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 6 Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano. 7 Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e … Io sono la vite, voi i tralci. Anche il membro, se è staccato dal resto del corpo, non può far nulla. Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. if (vers=="C.E.I.") 16 Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di … 7 Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e … Veglia del giovedì santo sul tema "Io sono la vite, voi i tralci", con i vangeli della passione di Gesù in sei momenti. Rimanete in me e io in voi. da L'autore. Rimanere in Cristo significa rimanere nel suo amore, nella sua legge; talvolta significa rimanere nella croce, «perseverare con lui nella prova». Significa che recide i germogli superflui e parassitari (i desideri e gli attaccamenti disordinati), perché concentri tutta la sua energia in una sola direzione e così cresca davvero. Chi rimane in me e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. s=s+""; 18 Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. s=s+""; versDio=1; Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Vocabolario greco-italiano e interlineare del NT, Come inserire codice per visualizzare e ricercare la Bibbia. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. «Io sono la vite»: il soggetto della Grazia Il dato più immediato è la presentazione dei protagonisti in gioco: «Io sono la vite, voi i tralci». I discepoli sono legati al Maestro e sono parte integrante della vite: non c’è vite senza tralci, e viceversa. Rimanete nel mio amore. E una grazia grande saper riconoscere, nel tempo della potatura, la mano del Padre che lo fa per il nostro vero bene. 1 «Io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaiolo. Come il tralcio non può far frutto da se stesso se non rimane nella vite, così anche voi se non rimanete in me. var vers = getCookie("RicVers"); Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. s=s+""; s=s+""; Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Colui che dimora in me, e nel quale io dimoro, porta molto frutto; perché senza di me non potete fare nulla. && vers!="Nuova+Diodati" && vers!="Bibbia+della+Gioia" && vers!="Riveduta" && vers!="Diodati")) Il tralcio buono che porterà frutti d'amore vivendo in me il Padre mio lo poterà perché migliore sia il frutto.

io sono la vite, voi i tralci testo

11/01/2021

Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 2Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo taglia, e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto. C.E.I./Gerusalemme Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quello che volete e … Che significa lo pota? Io sono la vite, voi i tralci. Nel Battesimo noi, che eravamo di natura selvatica, siamo stati inseriti e innestati in Cristo; siamo diventati tralci della vera vite e rami dell'ulivo buono. 5 Io sono la vite, voi i tralci. if (vers=="Diodati") 6 Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano. s=s+""; Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Non contrasta esso con il nostro senso di autonomia e di libertà, cioè con il nostro sentimento di essere un tutto e non una parte? PREGHIERA / SETTIMANA SANTA. Gesù ci sta dicendo qualcosa di meraviglioso che a noi potrebbe sfuggire ma che era ben comprensibile agli Ebrei. s=s+""; Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quello che volete e … s=s+""; Chiudi La centralità attribuita alla valorizzazi Il tralcio buono che porterà frutti d'amore vivendo in me Gesù è identificato alla vite. s=s+""; Oggi ci fermeremo sul cap.15 di Giovanni. Come il tralcio non può portare frutto da se stesso se non rimane nella vite, così neanche voi se non rimanete in me. "selected=\"selected\" ":"")+"value=\"Nuova Diodati\">Nuova Diodati"; 3. Dove riposa questo rapporto, applicato a noi uomini? E la stessa verità che san Paolo inculca con l'immagine del corpo e delle membra: Cristo è il Capo di un corpo che è la Chiesa, di cui ciascun cristiano è un membro. "selected=\"selected\" ":"")+"value=\"Commentario\">Commentario di Gen-Lev, Ec-Cant, NT"; s=s+"

"; Mons. Come il tralcio non può far frutto da se stesso se non rimane nella vite, così anche voi se non rimanete in me. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 6 Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano. 7 Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e … Io sono la vite, voi i tralci. Anche il membro, se è staccato dal resto del corpo, non può far nulla. Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. if (vers=="C.E.I.") 16 Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di … 7 Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e … Veglia del giovedì santo sul tema "Io sono la vite, voi i tralci", con i vangeli della passione di Gesù in sei momenti. Rimanete in me e io in voi. da L'autore. Rimanere in Cristo significa rimanere nel suo amore, nella sua legge; talvolta significa rimanere nella croce, «perseverare con lui nella prova». Significa che recide i germogli superflui e parassitari (i desideri e gli attaccamenti disordinati), perché concentri tutta la sua energia in una sola direzione e così cresca davvero. Chi rimane in me e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. s=s+""; 18 Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. s=s+""; versDio=1; Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Vocabolario greco-italiano e interlineare del NT, Come inserire codice per visualizzare e ricercare la Bibbia. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. «Io sono la vite»: il soggetto della Grazia Il dato più immediato è la presentazione dei protagonisti in gioco: «Io sono la vite, voi i tralci». I discepoli sono legati al Maestro e sono parte integrante della vite: non c’è vite senza tralci, e viceversa. Rimanete nel mio amore. E una grazia grande saper riconoscere, nel tempo della potatura, la mano del Padre che lo fa per il nostro vero bene. 1 «Io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaiolo. Come il tralcio non può far frutto da se stesso se non rimane nella vite, così anche voi se non rimanete in me. var vers = getCookie("RicVers"); Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. s=s+""; s=s+""; Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Colui che dimora in me, e nel quale io dimoro, porta molto frutto; perché senza di me non potete fare nulla. && vers!="Nuova+Diodati" && vers!="Bibbia+della+Gioia" && vers!="Riveduta" && vers!="Diodati")) Il tralcio buono che porterà frutti d'amore vivendo in me il Padre mio lo poterà perché migliore sia il frutto.