fbpx

Tirocini

 

Il Centro Formativo Professionale “G. Zanardelli”, in qualità di ente accreditato ai servizi di formazione e lavoro, ha la possibilità di attivare tirocini formativi e di orientamento in veste di ente promotore.

 

Cosa sono

I tirocini costituiscono uno strumento finalizzato a realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro al fine di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro. In nessun caso possono configurarsi come rapporto di lavoro dipendente

Come si attivano:

Attraverso la stipula di una convenzione tra il soggetto promotore ed il datore di lavoro che deve essere accompagnato da un progetto formativo e di orientamento per ciascun tirocinante

Sono rivolti:

  1. Soggetti in stato di disoccupazione ai sensi dell’articolo 19 del D.lgs. 150/2015 – compresi coloro che hanno completato i percorsi di istruzione secondaria superiore e terziaria
  2. Lavoratori beneficiari di strumenti di sostegno al reddito in costanza di rapporto di lavoro
  3. Lavoratori a rischio di disoccupazione
  4. Soggetti già occupati che siano in cerca di altra occupazione
  5. Soggetti disabili e svantaggiati (disabili di cui all’articolo 1, comma 1, della legge n. 68/99; persone svantaggiate ai sensi della legge n. 381/1991; richiedenti protezione internazionale e titolari di status di rifugiato e di protezione sussidiaria ai sensi del dpr n. 21/2015; vittime di violenza e di grave sfruttamento da parte delle organizzazioni criminali e soggetti titolari di permesso di soggiorno rilasciato per motivi umanitari, ai sensi del d.lgs. 286/1998; vittime di tratta ai sensi del D.lgs. n. 24/2014)

Figure di riferimento per il tirocinante:

  • Il tutor designato dal soggetto promotore
  • Il tutor designato dall’azienda ospitante

Soggetti Ospitanti:

Può svolgere il ruolo di soggetto ospitante qualsiasi soggetto, persona fisica o giuridica, di natura pubblica o privata.

Il soggetto ospitante:

  • Deve essere in regola con la normativa sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro
  • Deve essere in regola con la normativa di cui alla legge n. 68 del 1999 e successive modifiche ed integrazioni
  • Nei 12 mesi precedenti l’attivazione del tirocinio, nell’unità operativa di svolgimento del tirocinio medesimo non deve avere effettuato licenziamenti per mansioni equivalenti a quelle del tirocinio
  • Ad avvio del tirocinio non deve avere in corso procedure di CIG straordinaria o in deroga, per mansioni equivalenti a quelle del tirocinio

Limiti per i soggetti ospitanti:

  • Le aziende con non più di cinque dipendenti a tempo indeterminato possono ospitare un tirocinante
  • Le aziende con dipendenti a tempo indeterminato compreso tra 6 e 19 possono ospitare non più due tirocinanti contemporaneamente
  • Le aziende con più di 20 dipendenti a tempo indeterminato possono ospitare tirocinanti in misura non superiore al 10% dei suddetti dipendenti contemporaneamente

Indennità di partecipazione:

Deve essere corrisposta al tirocinante un’indennità di importo definito tra le parti e che non deve essere inferiore ai 500 euro mensili (al lordo delle eventuali ritenute fiscali, riducibili a 400 euro mensili qualora si preveda la corresponsione di buoni pasto o l’erogazione del servizio mensa).

L’indennità non viene corrisposta nel caso di tirocini a favore di lavoratori sospesi o disoccupati percettori di forme di sostegno al reddito

 

Per assistenza sull’attivazione, contatta la sede a te più vicina!

 

Share:
Indietro

Iscriviti
alla
nostra
newsletter

*Campi obbligatori

Registrazione alla newsletter confermata.